Utilizziamo cookie tecnici e analitici e, previa manifestazione del consenso, cookie di profilazione di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Per prestare il consenso, premere ok
Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
FONDO ENERGIA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA - DAL 1/3 AL VIA LE DOMANDE - news - Credito - Confartigianato Ravenna

23.02.18: FONDO ENERGIA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA - DAL 1/3 AL VIA LE DOMANDE - news - Credito

Il Fondo Energia è un fondo rotativo di finanza agevolata a compartecipazione privata, messo in campo dalla Regione Emilia Romagna e gestito da Unifidi Emilia Romagna. Il Fondo è finalizzato al sostegno della green economy attraverso l’erogazione di finanziamenti a tasso agevolato.

I BENEFICIARI

Le imprese, con sede legale o unità locale nel territorio della Regione Emilia Romagna, in cui deve realizzarsi il progetto, e che abbiano il codice di attività principale rientrante in una delle seguenti categorie della classificazione Ateco 2007: B, C, D, E, F, G, H, I, J, L, M, N, P, Q, R, S.

IL FINANZIAMENTO AGEVOLATO

Il fondo concede finanziamenti di importo compreso tra € 20.000 ed € 500.000, a tasso zero per il 70% dell’importo erogato e ad un tasso convenzionato non superiore all’EURIBOR 6 mesi +4,75% per il restante 30%. La durata dei finanziamenti può arrivare fino a 96 mesi, con la possibilità di avere 12 mesi di preammortamento.

CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

Il Fondo concede, inoltre, un CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO, che copre le spese tecniche sostenute per la diagnosi energetica, e/o lo studio di fattibilità, e/o la preparazione del progetto di investimento. L’importo massimo del contributo non potrà superare il 12,5% della quota pubblica di finanziamento ammesso e verrà erogato dopo la rendicontazione finale del progetto.

INTERVENTI AMMISSIBILI

I progetti ammessi dal Fondo devono essere volti all’efficienza energetica ed alla riduzione di gas climalteranti, alla produzione di energia da fonti rinnovabili, esclusivamente per autoconsumo, nonché gli impianti di cogenerazione ad alto rendimento.
Le spese ammissibili devono rientrare in una delle seguenti categorie:

a. Interventi su immobili strumentali: ampliamento e/o ristrutturazione, opere edili funzionali al progetto;
b. Acquisto ed installazione, adeguamenti di macchinari, impianti, attrezzature, hardware;
c. Acquisizione di software e licenze;
d. Consulenze tecnico-specialistiche funzionali al progetto di investimento;
e. Spese per redazione di diagnosi energetica e/o progettazione utili ai fini della preparazione dell’intervento in domanda.

 

ISTITUTI DI CREDITO CONVENZIONATI

Gli istituti di credito convenzionati, ai quali è possibile rivolgersi per ottenere il finanziamento sono i seguenti:

BPER Banca
Monte dei Paschi di Siena
Crédit Agricole – Cariparma
Federazione delle Banche di Credito Cooperativo dell’Emilia Romagna 

PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Le domande potranno essere presentate on-line dal 01 Marzo fino al 7 maggio 2018 (salvo esaurimento fondi).  

 

Gli uffici credito di CONFARTIGIANATO sono a disposizione per approfondimenti e per la predisposizione delle domande