Utilizziamo i cookie, anche di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Proseguendo la navigazione, si accetta il nostro utilizzo dei cookie ok Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
SICUREZZA: UNA PRIORITA' PER LA BASSA ROMAGNA - news - Confartigianato Ravenna

19.05.17: SICUREZZA: UNA PRIORITA' PER LA BASSA ROMAGNA - news

Le Associazioni aderenti al Tavolo dell'Imprenditoria della Bassa Romagna, cordinato da Luciano Tarozzi Segretario Confartigianato di Lugo, hanno incontrato il Prefetto di Ravenna e la Giunta dell'Unione dei Comuni ribadendo che la "sicurezza è una priorità per il territorio e presentando il documento qui riportato.

Negli anni scorsi, con l’aumentare di furti e rapine organizzate ai danni di aziende locali e cittadini già duramente colpiti da una crisi economica lunghissima, il Tavolo dell’imprenditoria lughese ha sollecitato con forza e più volte l'intervento dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e degli organi dello Stato preposti al controllo del territorio per porre fine ad una serie di atti criminali che l'intera comunità dei 9 Comuni non poteva e non può subire passivamente.

Le Associazioni imprenditoriali sul tema “sicurezza” accolgono positivamente gli interventi preannunciati dalla Giunta dell’Unione dei Comuni e la predisposizione di un “Protocollo” con la Prefettura di Ravenna; in particolare condividono:

·         la necessità di consolidare ed ampliare ulteriormente la collaborazione tra le Forze dell’Ordine dello Stato e la Polizia Municipale affinchè        la sinergia e un coordinamento efficace e concreto possa produrre una maggior capacità di presidio del territorio, di risposta alle richieste dei cittadini e delle imprese ed una adeguata strategia di prevenzione dei reati; inoltre si auspica il superamento degli ostacoli che finora hanno impedito alla Polizia Municipale l’accesso alla Banca dati del Ministero dell’Interno;

·         lo sforzo teso ad aumentare il coinvolgimento sociale, con una forte collaborazione tra Amministrazioni locali, imprenditori e cittadini che affronti il tema “sicurezza” mettendo in campo una serie di azioni che portino ad accrescere la consapevolezza che è necessario un maggior presidio del territorio anche da parte dei cittadini, diffondendo la cultura della legalità, operando un efficace coordinamento delle diverse realtà di “controllo del vicinato” ed evitando il sorgere di azioni spontanee che non favoriscono la convivenza civile e l’equilibrio del tessuto sociale;

·         il potenziamento della video-sorveglianza con l’installazione (utilizzando le connessioni con la banda ultralarga appena installata) di portali di ultima generazione sulle strade principali del territorio, che consentano un controllo in tempo reale dei veicoli che accedono all’interno del comprensorio della Bassa Romagna.

 

I componenti del tavolo dell’imprenditoria, nel ringraziare la Giunta della Bassa Romagna per l’attenzione dedicata al tema e gli investimenti preannunciati, ribadiscono che è necessario tenere alta la vigilanza anche su altri fenomeni quali: l’abusivismo, il lavoro nero e l’usura situazioni che oltre a produrre danni alle aziende mettono a rischio anche la sicurezza pubblica; gli imprenditori vogliono contrastare il senso di insicurezza dei cittadini che compromette la qualità della vita e la solidarietà che da sempre è stata un tratto fondante delle nostre comunità.