Utilizziamo cookie tecnici e analitici e, previa manifestazione del consenso, cookie di profilazione di terze parti, per consentire la fruizione ottimale del sito. Per prestare il consenso, premere ok
Per maggiori informazioni o negare il consenso, LEGGERE QUI.
AUTOTRASPORTO: FIRMATO IL DECRETO INVESTIMENTI 2019. 25 MILIONI DI EURO PER RINNOVO MEZZI - news - News - Confartigianato Ravenna

25.07.19: AUTOTRASPORTO: FIRMATO IL DECRETO INVESTIMENTI 2019. 25 MILIONI DI EURO PER RINNOVO MEZZI - news - News

Confartigianato Trasporti informa che sul portale del Ministero Infrastrutture e Trasporti è stata annunciata la firma sul decreto ministeriale per l'anno 2019, che assegna complessivi 25 milioni di euro agli incentivi alle imprese di autotrasporto per investimenti nel rinnovo del parco mezzi.

I 25 milioni totali sono così suddivisi: 
 
- 9,5 milioni destinati all’acquisizione di autoveicoli nuovi adibiti al trasporto di merci di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 3,5 tonnellate a trazione alternativa a metano CNG, gas naturale liquefatto LNG, ibrida (diesel/elettrico) ed elettrica, nonché per l’acquisizione di dispositivi idonei per la riconversione di autoveicoli per il trasporto merci a motorizzazione termica in veicoli a trazione elettrica.
 
- 9 milioni di euro servono per la radiazione per rottamazione di veicoli pesanti di massa complessiva a pieno carico pari o superiore a 11,5 tonnellate con contestuale acquisizione di veicoli nuovi conformi alla normativa euro VI di massa complessiva a pieno carico a partire da 7 tonnellate, nonché per l’acquisizione di veicoli commerciali leggeri euro 6 di massa complessiva pari o superiore a 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate, in assenza di rottamazione. 
 
- 6 milioni di euro sono destinati all’acquisizione di rimorchi e semirimorchi nuovi per il trasporto combinato ferroviario e marittimo, nonché per trasporti in regime ATP. 
 
- 500.000 euro per l’acquisto di casse mobili e rimorchi o semirimorchi porta casse per facilitare l’utilizzazione di differenti modalità di trasporto in combinazione tra loro senza alcuna rottura di carico. 
 
Le modalità di erogazione dei contributi ed i meccanismi per fare le domande, di cui non si conoscono a tutt'oggi le procedure, saranno oggetto di un apposito decreto dirigenziale